Quotidianosanita.it

Il primo quotidiano on line interamente dedicato al mondo della sanità
  1. Spesa sanitaria. Dieci anni di tagli hanno fatto finire l’Italia sotto la media Ue
    A rivelarlo è un report della Ragioneria dello Stato che ha analizzato l’andamento della spesa pubblica europea nell’ultimo decennio. L’Italia nel 2008 aveva una spesa in rapporto al Pil (7%) superiore alla media (6,7%) mentre nel 2017 è scesa al 6,8% del pil contro la media europea del 7%. IL RAPPORTO
  2. Morbillo. Ecdc: “Francia e Italia i paesi con il maggior numero di casi negli ultimi 12 mesi. Occorre recuperare adulti non vaccinati”
    È quanto emerge dal bollettino mensile del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie. Nonostante nel mese di luglio in generale i casi siano in diminuzione nell’ultimo anno (ago 2018 -lug 2019) sono stati registrati 13.113 casi. “In Italia occorre recuperare adolescenti e adulti che negli anni passati non si sono vaccinati”. IL RAPPORTO
  3. I Codici deontologici rispettano la Costituzione?
    Per lungo tempo la Costituzione non è entrata nei Codici deontologici le cui norme erano, nei decenni scorsi, prevalentemente autoreferenziali e impermeabili proprio a diversi principi costituzionali. Per questo è utile indagare se nel corso dei decenni prima e nelle condizioni attuali dopo i codici deontologici abbiano attuato i ricordati principi
  4. Disfunzione sessuale persistente dopo terapia anti-depressiva
    Si chiama PSSD (disfunzione sessuale post –SSRI) ed è una nuova entità nosologica di recente riconosciuta, che ha portato negli scorsi mesi l’EMA ad aggiornare la scheda tecnica di una serie di farmaci anti-depressivi appartenenti alle classi degli SSRI e degli SNRI. Le cause di questo che è un disturbo iatrogeno (e non psicologico) sono sconosciute; la diagnosi è puramente anamnestica e non esiste al momento alcun trattamento. Ad essere interessate dal problema potrebbe essere un gran numero di pazienti.
  5. Se anche l’Oms spara dati a vanvera