Quotidianosanita.it

Il primo quotidiano on line interamente dedicato al mondo della sanità
  1. A 57 cittadini, tra cui molti sanitari, il titolo di Cavaliere al Merito della Repubblica per il loro impegno durante emergenza Covid. Ecco i nomi
    I riconoscimenti, attribuiti ai singoli - sottolinea la nota del Quirinale - vogliono simbolicamente rappresentare l’impegno corale di tanti nostri concittadini nel nome della solidarietà e dei valori costituzionali. Tra i nuovi Cavalieri, l'ex sottosegretaria alla Salute Monica Bettoni, medico in pensione, che aveva aderito al bando della Protezione civile e ricercatori dello Spallanzani di Roma e del Sacco di Milano. Ma anche motociclisti, rider, cassiere di supermercato e molte altre persone comuni.
  2. Covid. Speranza invita a non abbassare la guardia: “Prudenza, battaglia non è ancora vinta”
    Il Ministro della Salute nel giorno in cui sono stati riaperti i confini regionali richiama i cittadini a non abbassare la guardia. “. È stato fatto un pezzo di strada importante ma la battaglia ancora non è vinta. Dobbiamo continuare a lavorare sulla prudenza fino a quando non ci sarà la scoperta di un vaccino che ci consentirà, finalmente, di vincere questa battaglia”.
  3. Nel 2017 i Paesi Ue hanno speso 301 miliardi in favore delle famiglie: il 2,3% del Pil europeo. In Italia spesa sotto la media
    La quota di spesa per prestazioni in favore delle famiglie più alta la troviamo in Lussemburgo (15,3%) e Polonia (13,4%), mentre la più bassa nei Paesi Bassi (4,2%) e in Portogallo (4,9%). L'Italia si ferma al 6,3%, un dato ben inferiore rispetto alla media europa dell'8,6%. Analizzando il dato per numero di abitanti troviamo in Lussemburgo il dato più elevato (€ 3.100 per abitante) ed in Romania quello più basso (€ 100). L'Italia segna una spesa di € 508, anche in questo caso inferiore rispetto alla media europea di € 675.
  4. Coronavirus. Ema torna a rimarcare i rischi del ricorso a clorochina e idrossiclorochina
    L'Agenzia europea torna a sottolineare come diversi studi osservazionali sul Covid-19 abbiano riportato che la clorochina e l'idrossiclorochina "sono associate ad un aumentato rischio di problemi cardiaci, un noto effetto collaterale di tali trattamenti, tra cui aritmie cardiache e arresto cardiaco". Ma non solo, questi farmaci "possono causare disturbi neuropsichiatrici". Se ne consiglia dunque l'uso per il Covid-19 sono in programmi nazionali di emergenza su paziento ospedalizzati sotto stretto controllo.
  5. Dagli oncologi italiani una proposta per una “Carta dell’informazione sul cancro”
    L'iniziativa è stata presentata al Congresso della Società americana di onclogia e nasce da un'iniziativa promossa da un gruppo di onclogi delle Marche che ha visto anche la collaborazione attiva di giornalisti, bioeticisti e comunicatori. IL DOCUMENTO.